Promontorium Pachyni Incontro con la storia Il Novecento

copertina_novecentoLa storiografia contemporanea non ha ancora indagato lo sviluppo sociale, economico e politico del Novecento locale. Questo secondo volume narra le vicende della storia locale, sempre secondo l’ottica cognitiva-evoluzionistica, attenta a tutte le dimensioni del divenire storico (antropologiche, economiche, sociali, culturali e politiche), in una dimensione multifattoriale. La storia del Novecento si snoda attraverso le sue tappe fondamentali: il dopo-guerra e l’ascesa del fascismo locale, il ventennio fascista, la guerra e il ritorno alla democrazia, la ricostruzione soprattutto sociale, politica e religiosa del paese, il ruolo della Chiesa, il lungo periodo dello stallo istituzionale, la speculazione edilizia e il sacco del territorio, la tangentopoli e il passaggio alla terza repubblica, la crisi delle istituzioni politiche locali e il nuovo stallo istituzionale. Il Novecento incontro con la storia è la narrazione di tutto questo, ma anche storia degli effetti delle due grandi guerre del secolo scorso e dei lasciti di povertà e sofferenze nelle famiglie colpite dai lutti, delle egemonie politiche succedutesi nel tempo, della crescita religiosa e sociale, delle attese e delle speranze deluse di un popolo cresciuto, nel Novecento, e libero finalmente di disegnare autonomamente il proprio futuro. I costrutti storiografici contenuti nel volume, in particolare la storia della ricostruzione post-guerra e il ruolo di Sebastiano Fortuna, di Salvatore Di Martino e di mons. Vincenzo Spiraglia, lo stallo istituzionale e il lungo confronto-scontro sugli assetti urbanistici, il ruolo dei movimenti politici locali e, in ultimo, il riapparire della crisi di secolarizzazione, sono essenzialmente basati su prove storiografiche certe e documentate.

Questa voce è stata pubblicata in cultura. Contrassegna il permalink.