Disgrafia

DEFINIZIONE (Ellis, 1979, 1982)
La DISGRAFIA riguarda i processi a valle o periferici della scrittura. Specificatamente le abilità di recupero (dopo il buffer grafemico) dei pattern grafo-motori che attivano i movimenti necessari alla realizzazione delle diverse varianti.
MODELLI ESPLICATIVI
Il MODELLO BLASON E ALTRI fav riferimento a tre specifiche componenti distinte ed indipendenti, che operano a valle del buffer grafemico: la FORMA E L’ESECUZIONE DELL’ALLOGRAFO, la FORZA DA APPLICARE, le MISURE DEL GRAFEMA E LA VELOCITA’ DI ESECUZIONE, e in ultimo il RECLUTAMENTO DELLE UNITA’ MOTORIE.