La relazione storica introduttiva al Convegno Chiesa locale e ricostruzione nel dopoguerra

convegnoPremessa. Perché il tema “Chiesa locale e ricostruzione nel secondo dopoguerra”? Non può darsi “storia della nostra comunità locale”, nei suoi molteplici aspetti, economici, sociali, culturali e politici, senza una storia parallela ed integrata della Chiesa locale.

Leggi e scarica l’intervento storico introduttivo Intervento_Convegno

 

Pubblicato in cultura | Commenti disabilitati su La relazione storica introduttiva al Convegno Chiesa locale e ricostruzione nel dopoguerra

Pachino l’altra storia. Le ragioni di un ritardo Volume primo Dalla Fondazione alla Grande Guerra

copertina_libroL’ipotesi che ha guidato il presente lavoro e che pensiamo sia stata   confortata e comprovata dal lungo processo di ricerca storiografica, è che nel territorio del Colle Scibini e, più in generale nell’agro siracusano, la particolare struttura del latifondo e il complesso rapporto stato-cittadino, o in altri termini, il rapporto tra amministratori e amministrati, si sia  attualizzato nelle forme disregolate che hanno fatto del pachinese un suddito, ricorrentemente espropriato delle umane aspirazioni alla crescita economica e sociale, sempre esposto alle più brutali angherie, piuttosto che un cittadino dotato della libertà dell’operare in base a diritti e doveri riconoscibili, riconosciuti e condivisi. In guisa di un siffatto processo il sistema fondamentale di attaccamento sociale, cioè la riconoscibilità del valore e della funzione super-partes e legalitaria dello Stato, è venuto meno, sicché il bene comune come valore fondamentale e fondante della società è rimasto sempre all’orizzonte, né mai è diventato patrimonio collettivo di questa società.
In definitiva, fattori di origine strutturale ed economica (il bipolarismo latifondo e frammentazione proprietaria) e altri connessi di origine culturale, sono, a nostro parere, alla base del ritardo nel processo di sviluppo economico e sociale del Colle Scibini in particolare. Sicché, mentre in altre regioni della penisola e in altre aree dell’isola, la piccola e media proprietà contadina contribuisce in modo determinante al benessere familiare e sociale, partecipando direttamente all’iniziativa economica, a Pachino, ancora agli inizi del secolo ventesimo, solo “i proprietari maggiori e gli industriali …hanno raggiunto un elevato grado di perfezione5.  Solo con le riforme agrarie del secondo dopoguerra, crescerà la classe sociale dei conduttori diretti delle piccole e medie proprietà terriere e, con essa, un benessere economico e diffuso alle classi popolari.  
Dall’introduzione dell’autore
Pubblicato in cultura | 1 commento

Convegno DSA e BES Troina 11 e 12 Settembre 2015

Troina_DSA_15

Ore 16,45-18,00 SESSIONI PARALLELE
Francesca Cuzzocrea (Università di Messina)
TEMI: Ricerca, Diagnosi, Intervento, Screening, Scuola, Famiglia
B.2 Difficoltà o disturbo di lettura: significatività clinica di un trattamento con protocollo integrato, trattamento lessicale e stimolazione emisfero-specifica
Sebastiano Lupo  –   Libero professionista  –  nellolupo@virgilio.it
Disegno di ricerca su soggetto singolo, a due obiettivi: definire i criteri per distinguere tra ritardo e disturbo di lettura e valutare gli effetti di un trattamento per l’automatizzazione del processo di lettura con un metodo integrato: approccio sub-lessicale e lessicale e stimolazione emisfero-specifica secondo il metodo Bakker.
Il lavoro indaga le due condizioni fondamentali per distinguere la difficoltà dal disturbo: la condizione innatista e la resistenza al cambiamento. L’esistenza o meno di tratti di familiarità è indagata con il questionario Adult Dyslexia Check List, inserito stabilmente nel protocollo di assessment; la resistenza al cambiamento è stata saggiata con un trattamento mirato all’automatizzazione dei processi di decodifica, onde valutare il cambiamento in termini di velocità e di errore.
Caso clinico: alunno di anni 10 e sette mesi, di quinta elementare, con diagnosi di Ritardo di lettura, trattato con un protocollo integrato basato su due modelli: (1) di automatizzazione del processo di riconoscimento lessicale mediante esercizi di sintesi fonemica, accesso lessicale con radici morfemi, lettura incalzante, sviluppo di strategie top-down con anticipazione semantica e (2) di stimolazione emisferico-specifica sinistra secondo il modello Bakker.
Conclusioni: (1) i due criteri: assenza di familiarità dei tratti nei due genitori e il netto miglioramento dell’accesso alla lettura sia diretto che indiretto, qualificano la sintomatologia come ritardo di lettura e non come disturbo; (2) l’efficacia e l’efficienza del modello di intervento, si attestano su valori molto alti: 0,97 per l’Efficacia e 3,5 per l’Efficienza.

 

Pubblicato in cultura | 1 commento

Buk Festival Catania

Siete tutti invitati alla presentazione del libro

al 1° Buk Festival della piccola e media editoria

Sabato 27 Settembre 2014

Palazzo della Cultura

Via V. Emanuele II, 121

CATANIA

Pubblicato in cultura | 1 commento